.:: Camera di Commercio di Lecce ::.

Controllo vini DOC

GEREM Controllo Vini a Denominazione di Origine

 

Organismo di Controllo filiera vini DOC
  
La Camera di Commercio di Lecce, con Decreto Dirigenziale n. 10366 del 3 luglio 2018,  è stata autorizzata a svolgere le funzioni di controllo sugli operatori vitivinicoli interessati alla produzione delle Denominazioni d’Origine (DOC) Alezio, Copertino, Galatina, Leverano, Matino, Nardò, Terra d'Otranto e Negroamaro di Terra d'Otranto per il triennio 2018-2021.
 
Tale attività è svolta in conformità della Legge 12 dicembre 2016 n. 238, del Decreto interministeriale 12 marzo 2019 e dei Piani di Controllo ai sensi del Decreto ministeriale 2 agosto 2018 n. 7552.
 
Tutti gli operatori che intendano produrre e/o immettere in commercio prodotti con le suddette Denominazioni di Origine Controllata dovranno, quindi, assoggettarsi ai controlli eseguiti dalla Camera di Commercio.
 
La decisione di aderire al sistema dei controlli si intende automaticamente manifestata per i soggetti già dichiarati nello schedario viticolo. Tutti gli altri devono notificarsi sottoponendosi volontariamente al sistema di controllo mediante il modello di adesione presente negli allegati.
 
I costi dei controlli, secondo i prospetti tariffari approvati, sono posti a carico degli operatori che dovranno corrisponderli all’Organismo di controllo secondo le modalità previste dagli stessi tariffari.
Per ricevere chiarimenti e/o ulteriori informazioni in merito, telefonare ad uno dei seguenti numeri: 0832/684226 – 0832-684221
 
 
Campagna vitivinicola 2020-2021
 
Si rende noto che è stato pubblicato sul sito del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo il vademecum vendemmiale per la campagna vitivinicola 2020-2021.
 
Si tratta di una utile raccolta delle numerose disposizioni relative alla campagna vendemmiale, relativa ai seguenti argomenti:
 
1.Misure per fronteggiare la turbativa del mercato nel settore vitivinicolo causata dalla pandemia di Covid-19 – La distillazione di crisi
2.Documenti di accompagnamento e registri
3.Dichiarazione di giacenza - Dichiarazione di vendemmia e produzione vinicola
4.Pratiche enologiche
5.Sottoprodotti
6.Centri d’intermediazione uve e stabilimenti destinati alla trasformazione di uve da tavola
7.Detenzione di mosti con titolo alcolometrico inferiore all’8% in volume
8.Regime degli stabilimenti dove si effettuano lavorazioni promiscue
9.Sostanze zuccherine
10.Norme sul vino “biologico”
11.Norme sugli allergeni. 
 
Il Ministero ricorda che l’ICQRF (Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari), sulla base delle specifiche linee guida già diramate, effettuerà i controlli sulla raccolta e la movimentazione delle uve, sulle operazioni di trasformazione e sulla circolazione dei prodotti e dei sottoprodotti vitivinicoli ottenuti. 
 
Sono inoltre previsti controlli sui prodotti in ingresso ai porti e sulla produzione dei mosti concentrati e dei mosti concentrati rettificati.
 
Il vademecum è disponibile al seguente link del sito ministeriale: