.:: Camera di Commercio di Lecce ::.

Home > Informazione Economica > Indici ISTAT
Indici ISTAT

I numeri indici dei prezzi al consumo misurano le variazioni nel tempo dei prezzi di un paniere di beni e servizi rappresentativi di tutti quelli destinati al consumo finale delle famiglie presenti sul territorio  nazionale e acquistabili sul  mercato attraverso transazioni monetarie (sono escluse, quindi, le transazioni a titolo gratuito, gli autoconsumi, i fitti figurativi, ecc.).

L'Istat produce tre diversi indici dei prezzi al consumo:

  • l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC)
  • l'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI)
  • l'indice dei prezzi al consumo armonizzato per i paesi dell'Unione Europea (IPCA)

I tre  indici hanno finalità differenti. Il NIC è utilizzato come misura dell'inflazione  a livello dell'intero sistema economico.  Il FOI si riferisce ai consumi dell'insieme delle famiglie che fanno capo ad un lavoratore dipendente. L'IPCA è stato sviluppato per assicurare una misura dell'inflazione comparabile a livello europeo.

Il FOI è l'indice generalmente più utilizzato ed usato per adeguare periodicamente i valori monetari, ad esempio gli affitti o gli assegni dovuti al coniuge separato, per cui  assume importanti implicazioni legali.

Presso l'Ufficio Statistica e Studi della Camera di Commercio è possibile acquisire informazioni su tali indici e sul  calcolo delle rivalutazioni monetarie.

 

Indice generale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI)