.:: Camera di Commercio di Lecce ::.

Home > Regolazione del Mercato > Metrologia legale > Verifica metrica degli strumenti di misura
Verifica metrica degli strumenti di misura

Verifica periodica
La materia è disciplinata dal Decreto del Ministero dell' Industria n. 182 del 28.03.2000 pubblicato nella G.U. n. 154 del 4.07.2000.

La verificazione periodica, finalizzata alla tutela della fede pubblica, consiste nell'accertamento che gli strumenti di misura non abbiano subito alterazioni e conservino nel tempo la loro affidabilità metrologica, nonchè dell'integrità dei sigilli posti a protezione da possibili manomissioni fraudolente.

Tutti gli strumenti di misura, ad esclusione dei misuratori di gas, di acqua ed elettrici, delle misure lineari e delle misure di capacità in vetro e terracotta, devono essere sottoposti alla prima verificazione entro 60 giorni dall'inizio della loro prima utilizzazione ed in seguito, secondo la periodicità riportata nella seguente tabella:

Categoria degli strumenti Periodicità della verifica
Masse e misure campioni; misure di capacità, comprese quelle montate su autocisterna 
 
 
5 anni 
 
Strumenti per pesare 3 anni

Complessi di misura per carburanti
 2 anni

Misuratori di volumi di liquidi diversi da carburanti e dall'acqua
 4 anni
Misuratori massici di gas metano per autotrazione  2 anni
Strumenti per la misura di lunghezze compresi i misuratori di livello dei serbatoi  4 anni
Strumenti diversi da quelli di cui alle righe precedenti Secondo l'impiego e secondo la periodicità fissati, con provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico


Per tutti gli strumenti la verifica periodica decade ogni qualvolta vengano rimossi, a qualsiasi titolo, sigilli di tipo materiale o elettronico.
 
I soggetti abilitati all'esecuzione della verifica periodica sono i seguenti:
 

  • gli Uffici Metrici delle Camere di Commercio, che allo scopo si avvalgono del personale abilitato alla qualifica di Ispettore Metrico o Assistente al Servizio. Operano a richiesta dell'utente metrico e possono effettuare la prima verifica periodica  e le successive verifiche periodiche su tutti i tipi di strumenti;
  • i fabbricanti di strumenti per pesare a funzionamento non automatico che operano secondo il sistema di garanzia del controllo della qualità della produzione certificato da un organismo notificato. Possono effettuare la verifica CE in fabbrica o sul luogo di funzionamento e la contestuale prima verifica periodica sugli strumenti di propria produzione;
  • i fabbricanti di strumenti di misura che hanno ottenuto la concessione di conformità metrologica da parte della Camera di Commercio competente. Possono effettuare la verifica prima e la contetsuale prima verificazione periodica sugli strumenti di propria produzione;
  • i laboratori autorizzati dalla Camera di Commercio competente. Possono effettuare le verifiche periodiche su tutti i tipi di strumenti che sono indicati nel provvedimento di autorizzazione.


Verifica periodica eseguita dall'ufficio metrico della Camera di Commercio
L'Ufficio Metrico della Camera di Commercio di Lecce esegue la verifica periodica:
 

  • presso la propria sede, in Lecce Viale Gallipoli 39, pianoterra, tutti i martedì lavorativi dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 16.00 (questa possibilità è limitata agli strumenti per pesare di portata non superiore ai 30 kg);
  • presso il luogo di utilizzazione degli strumenti su richiesta dell’utente interessato.

Per richiedere la verificazione periodica occorre utilizzare l'apposito predisposto dall'ufficio (preleva qui il modello), nel quale l'interessato, nel quale l’interessato, nell’impegnarsi a pagare la fattura emessa per la prestazione del servizio reso, elenca gli strumenti che intende sottoporre a verifica.

Le tariffe per la verificazione periodica eseguita dalla Camera di Commercio di Lecce sono state stabilite sulla base dei criteri fissati dal decreto 7 dicembre 2006 del Ministero dello Sviluppo Economico e adottate dalla giunta camerale con provvedimento n. 26 del 26 marzo 2008.

Verifica periodica eseguita da laboratori autorizzati dalla Camera di Commercio
La Camera di Commercio concede ai laboratori in  possesso dei requisiti di cui al D.M. 10 dicembre 2001 l'autorizzazione ad effettuare la verifica periodica di talune categorie di strumenti di misura specificate nel provvedimento autorizzativo. 
 

Scarica qui l’elenco dei laboratori della Provincia di Lecce autorizzati all’esecuzione della verifica periodica.



Contrassegno da applicare sugli strumenti di misura che hanno superato la verificazione periodica

Verifica Periodica
Scadenza

 Mese  Anno  Mese

 1

2

3

4

5

6

 XXXX
(anno di scadenza)

7

8

9

10

11

12

 

Caratteristiche:
forma: quadrata
dimensione lato: > 40 mm
colore: fondo verde con carattere di stampa nero

 
Verifica prima nazionale
Gli strumenti metrici ancora soggetti alla normativa nazionale, prima di essere commercializzati, devono essere sottoposti ad un controllo per accertarne la conformità ai requisiti indicati dalla normativa nazionale generale o specifica. Questo controllo prende il nome di verifica prima nazionale e  può essere richiesta esclusivamente da imprese che abbiano il requisito di fabbricante metrico.
                                                                                                                                                                                    

 

La verifica prima eseguita dalla Camera di Commercio

Il fabbricante metrico che intende presentare i propri strumenti alla verifica prima deve rivolgere alla Camera di Commerciouna richiesta di verificazione redatta sull’apposito modello (preleva qui il modello) accompagnata dalla dichiarazione di sottoposizione alla verifica prima (preleva qui il modello).

 

I fabbricanti metrici

Il fabbricante metrico è la persona fisica o giuridica che si assume la responsabilità della conformità dello strumento metrico, da esso fabbricato, importato o riparato ai requisiti indicati dalla normativa generale o specifica.

Per ottenere il riconoscimento della qualifica di fabbricante metrico, necessaria ai fini della produzione, importazione, riparazione degli strumenti metrici, gli interessati devono formulare sul modello predisposto dall’ufficio, in regola con l’imposta di bollo (preleva qui il modello) apposita dichiarazione indirizzata alla Camera di Commercio.

Il fabbricante, dichiarando di voler fabbricare, importare o riparare strumenti metrici, deve poi richiedere alla Prefettura, sul modello predisposto dall’ufficio ed in regola con l’imposta di bollo (preleva qui il modello), il rilascio della presa d’atto di tale dichiarazione.