Camera di Commercio di Lecce - http://www.le.camcom.gov.it/

Disposizioni per la concessione di contributi ai Consorzi Fidi

15 December 2015

Stampa

Il Consiglio camerale, con deliberazione n. 7 del 29.4.2009, ha adottato il nuovo testo delle Disposizioni per la concessione di contributi a favore dei confidi della provincia di Lecce. Scopo del regolamento è quello di stabilire i criteri e le modalità cui la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Lecce deve attenersi per l’attribuzione di contributi ai soggetti che hanno per oggetto: la prestazione di garanzie collettive per favorire la concessione del credito alle piccole e medie imprese consorziate o socie da parte di banche o di altri soggetti operanti nel settore finanziario; prestano i servizi connessi o strumentali alle prestazioni di garanzia o comunque rivolti al miglioramento della gestione finanziaria delle imprese stesse, al fine di garantire la trasparenza e l’imparzialità dell’azione amministrativa, in applicazione dell’articolo 12 della L. 241/1990 e dei principi comunitari di non discriminazione e trasparenza.
Tali Disposizioni hanno sostituito le precedenti in quanto nel corso degli ultimi anni sono intervenuti ulteriori Regolamenti CE che hanno apportato diverse novità e modificazioni.

Gli adeguamenti maggiormente rilevanti che sono stati introdotti riguardano:
- espresso richiamo delle norme comunitarie e nazionali di riferimento (art. 1);
- beneficiari sono esclusivamente le microimprese, le piccole e le medie con sede legale nella provincia di Lecce (art. 2);
- stanziamento annuale del Consiglio camerale in sede di redazione del bilancio di previsione con ripartizione ai diversi settori (art. 3);
- ammissibilità di tutte le modalità di agevolazione di accesso al credito, con formulazione ampia e omnicomprensiva proprio per venire incontro allacontingente situazione economico-finanziaria, che richiede una particolare attenzione sotto il profilo delle operazioni di finanziamento a breve termine che soddisfano le crescenti esigenze di liquidità delle P.M.I. (art. 3);
- iscrizione del Confidi nell’elenco generale o speciale dei soggetti operanti nel settore finanziario e altri requisiti di ammissibilità (art. 4);
- controllo dell’attività dei Confidi da parte della Camera (art. 5);
- modalità e tempi della spedizione delle domande da parte dei Confidi (art. 6);
- criteri di ripartizione dello stanziamento tra i Confidi (art. 7).

Il contributo camerale è riconosciuto agli aventi diritto a seguito di regolare e completa richiesta di contributo, da presentare tassativamente entro il 31 luglio di ciascun anno.

 

 

 

Scarica modulo richiesta contributo